Studio Legale Carrozza Pisa | Giurisprudenza
12
archive,category,category-giurisprudenza,category-12,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-13.8,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

Giurisprudenza

Il Tribunale Ordinario di Firenze, sez. II, con la sentenza n. 432 del 8.2.2019, accogliendo la tesi attorea del Comune di Crespina Lorenzana, assistito dal Prof. Avv. Paolo Carrozza, contro il MEF, ha affermato alcuni importanti principi in materia di pubblicazione della delibera comunale in materia di applicazione dell’addizionale IRPEF. La controversia riguardava la mancata pubblicazione da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze della delibera del Comune di Crespina Lorenzana...

Segnaliamo la sentenza della Corte costituzionale n. 245/2018, in materia di edilizia, urbanistica e tutela ambientale, resa nel giudizio di legittimità costituzionale su alcune disposizioni della legge della Regione Abruzzo n. 40/2017, “Disposizioni per il recupero del patrimonio edilizio esistente. Destinazioni d’uso e contenimento dell’uso del suolo, modifiche alla legge regionale n. 96/2000 ed ulteriori disposizioni”, promosso dal Presidente del Consiglio dei ministri. La sentenza è consultabile in http://www.giurcost.org/decisioni/index.html Sulle suddette problematiche...

Il Consiglio di Stato, sez. VI, con la sentenza n. 4841 del 6.8.2018, accogliendo il nostro appello, ha affermato il principio secondo il quale è illegittima la partecipazione di una candidata ad un concorso universitario di ricercatore a tempo indeterminato (e con essa l'approvazione degli atti e la conseguente presa di servizio), qualora sussista una situazione di convivenza more uxorio con un professore del medesimo Dipartimento di afferenza, per violazione...

Il Tar Toscana, sez. I, con la sentenza n. 1094 del 25.7.2018, accogliendo la nostra tesi difensiva, ha dichiarato inammissibile per difetto di giurisdizione del G.A. il ricorso proposto da alcuni dipendenti avverso gli atti di una Società in house avente ad oggetto la gestione del patrimonio di edilizia residenziale pubblica, sul presupposto che si tratta di una società di diritto privato che non risulta suscettibile di essere inclusa nell’ambito...

Il Tar Toscana, sez. I, con la sentenza n. 842 del 12.6.2018, accogliendo il ricorso per ottemperanza proposto dal Prof. Avv. Nicola Pignatelli, ha ribadito il principio secondo il quale l’esecuzione del giudicato amministrativo (sebbene quest’ultimo abbia un contenuto poliforme), non può essere il luogo per tornare a mettere ripetutamente in discussione la situazione oggetto del ricorso introduttivo di primo grado, su cui il giudicato ha, per definizione, conclusivamente deciso;...

La Corte di Cassazione, sez. II civ., con la sentenza n. 15621 del 14.6.2018 ha accolto il ricorso proposto dal Comune di Portoferraio, assistito dal Prof. Avv. Paolo Carrozza, affermando l’importante principio, in materia di patrimonio indisponibile comunale, secondo il quale, se per l’assunzione della qualità di bene patrimoniale indisponibile è necessario il duplice requisito della volontà e della concreta destinazione da parte dell’ente proprietario del bene ad un pubblico...

Il T.a.r. Toscana, sez. I, con la sentenza 25.5.2018, n. 754, accogliendo la nostra tesi difensiva a tutela del controinteressato, ha affermato il principio per cui la sostituzione dei commissari nell’ambito di una procedura selettiva, la cui nomina è connotata da ampia discrezionalità tecnica, non viola la disciplina di cui agli artt. 21 quinquies e noniesl. 241/1990, in quanto la peculiare struttura che connota le decisioni assunte in via di...

Il Tar Toscana con l’ordinanza n. 621 del 7.5.2018 ha dichiarato ammissibile l’intervento dell’Unione Regionale delle Province della Toscana (UPI Toscana), assistita dal Prof. Avv. Paolo Carrozza, nel giudizio proposto dalla Provincia di Grosseto contro la Regione Toscana per l’impugnazione della disciplina regolamentare in materia ambientale, e ha accolto la istanza di sollevamento della questione di costituzionalità proposta da UPI Toscana su alcune disposizioni della L.R.T. n. 22/2015, che trasferiscono...

Con la sentenza n. 2366 del 19 aprile 2018, la IV Sezione del Consiglio di Stato ha chiarito che "Il permesso di costruire non può essere sottoposto a condizione, sia essa sospensiva o risolutiva, stante la natura di accertamento costitutivo a carattere non negoziale del provvedimento, con la conseguenza che tale titolo, una volta riscontratane la conformità alla vigente disciplina urbanistica, deve essere rilasciata dal Comune senza condizioni che non...

Una recente sentenza del Consiglio di Stato ha chiarito la portata del cd. principio della suddivisione in lotti di un appalto (art. 51 d.lgs. n. 50/2016). Così "il principio della suddivisione in lotti può dunque essere derogato, seppur attraverso una decisione che deve essere adeguatamente motivata (cfr. Consiglio di Stato, Sez. VI, 12 settembre 2014, n. 4669) ed è espressione di scelta discrezionale (cfr. Consiglio di Stato, Sez. V, 16...